Pedalata sociale del 23 luglio 2017

Martedì, 25 Luglio 2017 16:23
(0 votes)

Settimana importante per l'Eurobike, con le ultime novità sociali che colpiscono e diventano il leitmotiv della pedalata sociale di oggi.


Numeri importanti per le presenze, si torna sopra i 10: Gianni, MircKo, Billy, U'Piou, Alejandro, Ullo da Torriglia, Ricky, Suze troppo donna, cui si aggiungono a Recco Papik, Pedrito (seppur per pochi minuti) e Daniela.
Dicevamo che la grande novità della settimana è il leitmotiv della pedalata. Si commenta la grande novità dell'arrocco. Per chi non sapesse giocare a scacchi, l'arrocco è quella mossa che prevede il cambiamento di posizione tra Torre e Re. Il Direttivo Eurobike, quella specie di entità misteriosa che si riunisce ogni tanto per discutere il colore delle magliette e poi le fa diverse da come aveva deciso, propone alla squadra l'arrocco tra Presidente e Vice Presidente e Beppe è presente per la campagna elettorale. Quale sarà lo slogan? Ecco le proposte:
1) Più Pilu per tutti. Sarà un filino sessista? Cosa fare per le donne? Perché più banane per tutte non è molto carino... Sul punto pare che si confermi la delega all'allenatore della squadra femminile B) .
2) Un milione di posti di lavoro. Lo slogan comico che ha avuto maggior successo e che ha già avuto decine di migliaia di imitazioni. Poco originale e poco credibile per una squadra ciclistica, ma in altri ambiti ha sempre funzionato e non è che fosse molto più credibile.
3) Regalo la scarpa destra prima delle elezioni e la sinistra dopo le elezioni se mi avete votato. La storica proposta di Achille Lauro, monarchico che trionfò alle elezioni a Napoli nell'immediato dopoguerra con questo sistema, avrebbe avuto un epigono in Liguria. Così si spiegherebbe la subdola frase di Gianni: le scarpe arriveranno da Stoccolma....
4) Caffè, brioche e coca cola offerti per tutti. Ok, si vola un po' più basso però magari è più realizzabile, più concreto e, almeno oggi, ha funzionato.
Comunque la pedalata parte e già si comincia lamentandosi e ricordando i vecchi tempi, quando c'erano le mezze stagioni, le persone ti salutavano e le biciclette arrivavano in orario..... Ecco non si prevede che la puntualità sarà un punto forte della nuova presidenza. :P
A Bogliasco ci viene incontro Papik, a Recco breve sosta con colpo di scena: Paola non deve fare pipì. Effetti miracolosi della novità? No, in realtà è solo un'illusione, ci si ferma lo stesso per prendere un po' d'acqua , nel dubbio, Papik va lo stesso in bagno anche se senza urgenza..... Certe cose non cambieranno mai, dobbiamo mantenere qualche punto fermo.
Si riparte e verso Avegno si incontrano Pedrito Boys&Girls. E' un piacere reincontrarli (Pedro, non me ne volere, è un piacere soprattutto rivedere Daniela in forma splendida e sorridente come sempre ;) ), fare due chiacchiere e... farsi venire il primo cuore matto di giornata. Per fortuna oggi è giornata buona, bastano 5 minuti di sosta ed il cuore matto passa. Tanto che riparto e raggiungo Gianni, che prima rallenta per aspettare me, poi perché incontra vecchi amici (o amiche? vecchio marpione :whistle: ).
In cima attesa di gruppo, il primo effetto unificante della futura Presidenza? Vale per qualcuno forse ma non per tutti, c'è una tifosa dei Sexy Pistols un po' anarchica, che viaggia sempre per conto suo.

 

Salutati Pedrito Boys&Girls e Mirco, si scende a Gattorna ed al bar, come detto, si vede in azione la propaganda elettorale di Beppe U Piou.
Billy si fa aspettare 2-3 minuti per il cuore matto, Suze se ne va senza dire nulla ma noi la perdoniamo, Dio salvi al Regina.



Mentre Papik decide che Lanfranco si chiama Alejandro, facciamo presente che è un gran complimento, Valverde è un signor campione, ma lei manco sa chi è Valverde, lei è una vera Lady Gaga



Comunque Alejandro saluta e se ne va, è in ritardo, Papik saluta e gira verso Lumarzo, che è un po' meno fashion di Lady Gaga ma un po' più fashion di Donega.



Si riparte verso Sottocolle, gruppetto compatto tirato da Billy e Gianni, sosta idrica per Ullo, Gianni rallenta e lo aspetta, davanti restano Billy, Beppe e Ricky, che si mette a dettare il ritmo. Buon ritmo, regolare, gli altri due si accucciano a ruota, dopo Boasi Billy si mette davanti per poter festeggiare il tempo sotto i 35' (quando si stava bene si viaggiava sempre sotto i 30', le umarelle non sono ancora abbastanza allontanate), Beppe scollina "primus inter pares" in vetta.
Si saluta Ricky, che prosegue per Busalla, si aspettano Gianni ed Ullo, si saluta Ullo che sale a Torriglia, a scendere in Valbisagno si resta in 3 e Beppe conquista il voto di Billy e Gianni tirando controvento per tutto il fondovalle.
Poco cuore matto, poco mal di schiena, con un po' di buon umore mi torna anche la voglia dei resoconti.
Domenica prossima sono in vacanza, tocca a voi organizzare la pedalata sociale.
Non temete, mancherò solo una domenica, poi ritorno, spero un po' più sano (non di mente, per quella non c'è speranza)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Template by JoomlaShine